NEWS E COMUNICAZIONI A CURA DEI NOTAI DEL DISTRETTO
 
 

Legge di stabilità 2012

Pubblicata in Gazzetta Ufficiale del 14 novembre 2011, n. 265 la Legge 12 novembre 2011, n. 183 (cd. Legge di stabilità 2012). Il provvedimento prevede: • la soglia dei 67 anni, a partire dal 2026, per andare in pensione di vecchiaia; • un piano per ridurre il debito degli enti locali; • liberalizzazione dei servizi pubblici locali; • riforma degli ordini professionali con l'abolizione delle tariffe minime e la possibilita' di costituire società; • possibilità di ricollocare mediante la mobilità i dipendenti pubblici in esubero; • aumentano le accise sui carburanti; • raddoppio del contributo unificato per i ricorsi in Cassazione; • decontribuzione per tre anni dei nuovi contratti di apprendistato; • contratto di inserimento per le donne; • misure per agevolare il telelavoro. Di interesse notarile: l’art.10 che da un lato prevede una delegificazione degli ordinamenti professionali da realizzarsi in base a principi di liberalizzazione e dall'altro disciplina l'esercizio delle professioni in forma societaria, conseguentemente abrogando la precedente disciplina delle associazioni professionali. La delegificazione dovrà essere realizzata entro 12 mesi dall'entrata in vigore della legge di stabilità. Si elimina poi il riferimento alle tariffe professionali come criterio per la determinazione del compenso del professionista. Le parti quindi potranno definire liberamente il compenso. Nonché l’art. 14 commi da 12 a 15 in materia di società di capitali: la norma reca una modifica alla disciplina dell'esclusione della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche e degli enti per i reati commessi nell'interesse o a vantaggio dell'ente da persone che rivestono funzioni di rappresentanza, di amministrazione o di direzione o che comunque esercitano, anche di fatto, la gestione e il controllo (art. 6 Dlgs 231/2001). Viene in particolare specificato che, nelle società di capitali, le funzioni di organismo cui è affidato il compito di vigilare sui modelli di organizzazione e di gestione idonei a prevenire reati possono essere svolte dal collegio sindacale, dal consiglio di sorveglianza e dal comitato di controllo. La norma interviene anche sulla disciplina del collegio sindacale delle società di capitali. Sostituisce, nelle società responsabilità limitata, il collegio sindacale con un sindaco unico, confermando per il resto la vigente disciplina dell'art. 2477 Codice civile, che determina, fra l'altro, i casi di obbligatorietà della nomina del sindaco.

 

[ indietro ]

  NEWS  

Cerca un Notaio

news

 
      tutte le news