NEWS E COMUNICAZIONI A CURA DEI NOTAI DEL DISTRETTO
 
 

Mediazione (ADR): il coinvolgimento dei Notai

La mediazione (o ADR, Alternative Dispute Resolution) come strumento strategico per il raggiungimento di soluzioni rapide ed economiche per le controversie in materia civile e commerciale: considerata la competenza e l'esperienza maturate dai Notai nelle materie di interesse e il ruolo di imparzialità connaturato alla funzione notarile, l'istituto si presta a coinvolgere l'interesse dei Notai, da sempre sensibili alle problematiche della riduzione del carico del sistema Giustizia. Con il Decreto Legislativo 4 marzo 2010 n. 28 “Attuazione dell’articolo 60 della legge 18 giugno 2009 n. 69, in materia di mediazione finalizzata alla CONCILIAZIONE DELLE CONTROVERSIE CIVILI E COMMERCIALI” è stata introdotta nel nostro ordinamento la figura della mediazione, intesa quale attività svolta da un terzo imparziale e finalizzata ad assistere due o piu` soggetti sia nella ricerca di un accordo amichevole per la composizione di una controversia, sia nella formulazione di una proposta per la risoluzione della stessa. La legge impone il tentativo di conciliazione come condizione di procedibilità del giudizio avente ad oggetto materie quali: condominio, diritti reali, divisioni, successioni ereditarie, patti di famiglia, locazione, comodato, affitto di aziende, risarcimento del danno derivante dalla circolazione di veicoli e natanti, da responsabilità medica o da diffamazione con il mezzo della stampa o con altro mezzo di pubblicità, contratti assicurativi, bancari o finanziari. L’attività di mediazione deve essere svolta da un Organismo di mediazione (ente pubblico o privato) iscritto nell’apposito registro tenuto presso il Ministero della Giustizia; al procedimento di mediazione si applica il regolamento dell`organismo scelto dalle parti. Il regolamento deve in ogni caso garantire la riservatezza del procedimento, nonche` modalita` di nomina del mediatore che ne assicurano l`imparzialita` e l`idoneita` al corretto e sollecito espletamento dell`incarico lLa durata massima del procedimento è di 4 mesi). Gli atti del procedimento di mediazione non sono soggetti a formalita`. Se con l`accordo di conciliazione le parti concludono un contratto o compiono un atto soggetto a trascrizione, quest`ultima è comunque subordinata alla autenticazione del documento da parte di un pubblico ufficiale. Consulta il Registro degli organismi di mediazione Consulta l'Elenco per sedi degli Organismi di mediazione Cosulta l'Elenco degli Enti di formazione dei mediatori Consulta il Regolamento del registro degli Organismi e degli Enti di formazione emanato con D.M. n.180/2010 Altre informazioni sul sito www.Giustizia.it

 

[ indietro ]

  NEWS  

Cerca un Notaio

news

 
      tutte le news